slider12_PoveraGente
Povera gente
di Fëdor Dostoevskij
Povera gente (1845) – la prima opera di Dostoevskij ma non per questo meno apprezzata dai critici e dal pubblico – è un romanzo epistolare.
slider11_TreDonneSole
Tra donne sole
di Cesare Pavese
Torino, fine anni ’40. Clelia è in attesa del suo te, ma la cameriera dell’albergo ritarda. Indispettita, apre la porta della sua camera proprio quando una giovane donna in tulle azzurro viene portata via su una barella.
slider10_DavidCopperfield_02
David Copperfield
di Charles Dickens
Primi decenni dell’800. David Copperfield nasce già orfano di padre e molto presto è costretto ad affrontare prove molto dure. L’ascoltatore trema riconoscendo le vere intenzioni di molti dei personaggi che egli incontra nelle sue traversie...
slider_09_IlMondodiieri_04
Il mondo di ieri
di Stefan Zweig
Il mondo di ieri è il disperato tentativo di difendere il mondo che si è amato e si vede destinato a scomparire, il mondo della grande cultura – di Rilke, Hofmannstahl, Rodin, Freud ecc. – refrattaria alle esaltazioni guerresche e collettiviste.
slider_08_Il_compagno03
Il compagno
di Cesare Pavese
Quando arrivai a Roma sul camion che Milo mi aveva trovato, ero contento di aver fatto tanta strada e che al mondo ci fossero degli altri paesi, delle città, delle montagne...
slider_05_foibe
E allora le Foibe?
d iEric Gobetti
Quante furono davvero le vittime delle foibe? È vero che gli italiani venivano gettati vivi nelle cavità carsiche? È corretto interpretare l’esodo degli italiani come una pulizia etnica o un "genocidio"?
slider_06_sacramento
Le terre del Sacramento
di Francesco Jovine
Gli abitanti della città molisana di Calena (il nome è di fantasia) sono come congelati nell’impotenza. Laura, giovane moglie dell’avvocato Enrico, non riesce a far fruttare le Terre del Sacramento, che pure potrebbero rendere molto.
slider_04_catalogna
Omaggio alla Catalogna
di George Orwell
Nel 1936 scoppia in Spagna la Guerra civile. Orwell arriva a Barcellona con l’intenzione di scrivere reportage per i lettori inglesi, ma la situazione è talmente esaltante che decide di unirsi ai combattimenti. Sul fronte può contare solo su un fucile del 1896.
slider_01_zola
Il denaro
di Émile Zola
Il finanziere Saccard è quasi ridotto in miseria, ma ha un'idea straordinaria: fondare una banca che finanzi grandi opere in Medio Oriente (sono gli anni della costruzione del Canale di Suez). Si chiamerà Banca Universale.

Dal nostro catalogo

Categorie

Archivio gratuito

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit, sed

Podcast

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit, sed
A question? Write to us at email@example.com
Secure credit card
payment
Free delivery for orders
over $250
Return of goods from anywhere
in the world